•  Registrati
Google-Translate - Italian to English Google-Translate - Italian to French Google-Translate - Italian to German Google-Translate - Italian to Spanish
Speciali  Etimologie  Invocazioni
Alexander
Prima apparizione: Final Fantasy VI
Deriva dal greco Alexandros e significa "protettore degli uomini" o "difensore". Alexander è un altro nome per indicare il personaggio mitologico di Paride, oltre ad essere un altro personaggio della mitologia, uno dei re degli Achei.
AlexanderAlexander era anche l'angelo guardiano delle porte del Paradiso. Potrebbe, infine, essere stato ispirato dalla città egiziana di Alessandria, oppure ancora da Alessandro Magno.

Anima
Prima apparizione: Final Fantasy X
In latino "anima" indica propriamente ciò che spira, il soffio, il vento, nonché l'elemento aria. Da questo significato passa a quello di "respiro", nel senso dell'aria che si aspira, e per traslato indica la vitalità primordiale, animale, basata appunto sull'atto del respirare.
Gli antichi romani credevano che l'anima risiedesse nel petto; quando una persona moriva, la sua anima fuggiva dal corpo insieme al suo respiro.

Arka
Prima apparizione: Final Fantasy IX
Arka è probabilmente un riferimento all'arca di Noè, l'imbarcazione costruita nel racconto biblico del Diluvio.

Atomos
Prima apparizione: FFV (come nemico); Final Fantasy IX (come Eidolon)
Deriva dal greco e significa "indivisibile".

Ashura
Prima apparizione: Final Fantasy IV
Ashura è una parola riferita, nella religione dell'induismo, a divinità o “essenze” in cerca di sempre maggior potere, o a volte ai demoni. Essi vengono spesso nominati e raccontati nei poemi epici indiani (in particolare Ramayana e Mahabarata), e nei Purana, delle specie di “trattati religiosi” (erano delle raccolte che contenavano anche date, insegnamenti sui rituali, sulle pratiche e racconti mitologici). Questi esseri sono ovviamente malvagi, come si può capire dal significato del termine, ovvero “senza Sole”. Essendo il Sole per la religione indiana il simbolo assoluto divino (si pensi a Mitra), gli Asura simboleggiano tutto ciò che ostacola e il dio e va contro di lui, provocando il male.Questi demoni fomentano le tendenze maligne degli indvidui (siccome molto spesso sono proprio personificazioni dei vizi e delle debolezze umane) in modo da allontanarli dalla retta via della realizzazione spirituale.Avevano dalla loro parte Brahma, che dava loro possibilità di vivere e occupare diversi territori sulla terra e in cielo.
Si racconta che questi esseri potessero venire invocati tramite mantra.

BahamutBahamut
Prima apparizione: Final Fantasy
Bahamut, noto anche come Bahamuth, è un pesce colossale della cosmologia musulmana. Secondo la quale, porterebbe sulla schiena il Kujata, gigantesco toro mitologico.
Bahamut viene considerato una creatura buona, di nobili origini, soprattutto come una divinità. Il suo ruolo dovrebbe essere quello del protettore e patrono dei Draghi Buoni, il quale racchiude in sé uno sconfinato potere.

Carbuncle
Prima apparizione: Final Fantasy V
Il suo nome deriva dall'inglese e indica il carbonchio, una pietra rosso scura proprio come quella che ha Carbuncle sulla fronte. In latino invece, il carbonchio si chiama Carbunculus.
Carbuncle potrebbe essere anche indicare una pietra granato tagliata a cabochon. È un tipo di taglio delle pietre preziose opache o di colorazione intensa: la superficie è curva limitata inferiormente da un piano, esattamente come lo scudo riflettente che appare quando si invoca Carbuncle.

Catoblepas
Prima apparizione: Final Fantasy V
Creatura mitica che vive nelle foreste. È in grado di tramutare in pietra i nemici col suo sguardo.

Cerberus
Prima apparizione: FFIII (come nemico) FFVIII (come Guardian Force)
Cèrbero nella mitologia greca, era uno dei mostri che erano a guardia dell'ingresso dell'Ade, il mondo degli inferi. È un cane a tre teste, le quali simboleggiano la distruzione del passato, del presente e del futuro. Tutto il suo corpo era ricoperto, anziché di peli, di velenosissimi serpenti, che ad ogni suo latrato si rizzavano, facendo sibilare le proprie orrende lingue. Il suo compito era impedire ai vivi di entrare ed ai morti di tornare indietro. Cerbero è fratello dell'Idra, di Ortro e della Chimera.
Nell'ultima e più dura delle sue dodici fatiche, Ercole è costretto a combatterlo e sconfiggerlo per portarlo a Micene da Eurìsteo. L'eroe non lo uccide, ma dimostra di averlo sconfitto in combattimento.
La figura mitologica di Cérbero è presente anche nella Divina Commedia di Dante Alighieri, dove esso vigila l'accesso al terzo cerchio dell'Inferno.

Comainu
Prima apparizione: Final Fantasy X
I komainu sono i cani di pietra posti davanti all'entrata dei templi scintoisti.
Tra questi e il Komainu di Yojimbo', cè anche una perfetta somiglianza, oltre all'omonimia.

Diablos
Prima apparizione: Final Fantasy VIII
Si associa facilmente ad un vampiro (grazie anche al suo aspetto nel gioco) oppure al diavolo, figura soprannaturale che, nella religione cristiana, in quella islamica e in altre religioni, rappresenta un'entità malvagia e potente e al contempo tentatrice dell'umanità. Il greco Diábolos significa letteralmente "diffamatore" o "accusatore".

Eden
Prima apparizione: Final Fantasy VIII
È il luogo abitato dal primo uomo e dalla prima donna (Adamo ed Eva) nei primi tre capitoli del libro della Genesi della Bibbia. Chiamato anche Giardino dell'Eden o Paradiso Terrestre, l'Eden citato in altri libri dell'Antico Testamento come un luogo di grande fertilità e il nome continua a rappresentare in senso figurato un luogo ideale.

Fenrir
Prima apparizione: Final Fantasy II (come nemico); FFVI (come Summon)
Fenrir è un gigantesco lupo della mitologia norrena, nato dall'unione tra il dio Loki e la gigantessa Angrboða, assieme alla regina degli inferi Hel e al Miðgarðsormr.
Quando giungerà la fine del mondo, il Ragnarök, in cui tutti i legami saranno spezzati, persino la magica catena che lega Fenrir si scioglierà. Il lupo, nuovamente libero, attaccherà gli Dèi, assieme alla altre forze del disordine e dell'oscurità. Sarà tanto grande, e spalancherà la bocca con tanta ferocia, che la mascella inferiore toccherà il suolo e quella superiore il cielo. Fenrir divorerà Odino, la suprema tra le divinità.
Fenrir, oltre ad essere un nemico e un'invocazione, è anche il nome della motocicletta di Cloud in Final Fantasy VII: Advent Children.

Garuda
Prima apparizione: FFIII (come nemico); Final Fantasy XI (come Summon)
Nella religione indù è l'uccello che cavalca Vishnu. È il re di tutti gli uccelli e riesce a trasportare numerosi dei senza alcuna fatica. Rappresenta il bene e riesce a percepire il male nelle vicinanze. È rappresentata con piume d'oro, faccia bianca, ali rosse, becco e ali d'aquila, ma un corpo spesso umano. Indossa una corona sulla testa come il suo padrone, Vishnu; è antica ed enorme, al punto da oscurare il sole.

GilgameshGilgamesh
Prima apparizione: FFV (come nemico); FFVIII (come Guardian Force bonus)
Gilgamesh è un personaggio della mitologia sumera. Mitico re dei Sumeri, regnò su una delle più antiche città: Uruk, il più antico agglomerato urbano dell'odierno Iraq, nelle vicinanze del golfo Persico.
Egli si impone sulla terra per le sue doti, finché non incontra Enkidu, suo antagonista creato dagli dei proprio per contrastarlo. Dalla lotta iniziale i due giungono a stringere una forte amicizia e portano a termine numerose imprese. Poi Enkidu per volontà degli dei muore e Gilgamesh, per la prima volta, sperimenta la sconfitta, il dolore, la sventura e comprende che sono queste le condizioni tipiche della vita umana.
Egli allora parte alla ricerca dell'unico uomo che conosce il segreto dell'immortalità: Utnapistim, ma poi si rende conto che l'immortalità non può essere conseguita poiché è un dono del cielo e allora torna ad Uruk e scrive la propria storia: qui lo trova la morte, eterna compagna dell'umanità.
Da notare che in FFXII Gilgamesh è accompagnato da Enkidu, che però ha forma animale.

Golem
Prima apparizione: Final Fantasy (come nemico); FFV (come Summon)
Il termine deriva dalla parola ebraica "gelem", che significa "materia grezza" o "embrione". Fa la sua prima apparizione nella Bibbia (Antico Testamento, Salmo 139:16) per indicare la massa ancora priva di forma, che gli ebrei accomunano ad Adamo prima che gli fosse infusa l'anima.
Secondo la leggenda, chi viene a conoscenza di certe arti magiche può fabbricare un golem, un gigante di argilla forte e ubbidiente, che può essere usato come servo, impiegato per svolgere lavori pesanti e come difensore del popolo ebraico dai suoi persecutori. Può essere evocato pronunciando una combinazione di lettere alfabetiche.
Il Golem era dotato di una straordinaria forza e resistenza ed eseguiva alla lettera gli ordini del suo creatore, di cui diventava una specie di schiavo; tuttavia, era incapace di pensare, di parlare e di provare qualsiasi tipo di emozione perché era privo di un'anima e nessuna magia fatta dall'uomo sarebbe stata in grado di fornirgliela.

Hades
Prima apparizione: Final Fantasy VII
Ade è una divinità della mitologia greca, figlio di Crono e di Rea, nonché dio degli Inferi; ricevette la sovranità del mondo sotterraneo quando l'universo fu diviso con i suoi due fratelli Zeus e Poseidone, che ottennero rispettivamente il regno dell'Olimpo e del mare. La sua sposa è tradizionalmente Persefone.
Hades era considerato il più brutto degli dei greci, tanto che le altre divinità tentavano in ogni modo di evitarlo.

IfritIfrit
Prima apparizione: Final Fantasy III
L'Ifrit, anche pronunciato efret, ifret, afrit, afret, è una tipologia di Djinn, creatura presente della cultura araba e islamica.
Gli Efreet sono comunemente conosciuti come spiriti del fuoco. Appaiono come uomini di eccezionale forza e bellezza, ma è molto difficile avere contatti con loro. Si considerano superiori alle altre creature perché convinti della loro primigenia crazione e soffrono quindi molto il fatto che alcuni umani abbiano trovato delle formule magiche capaci di garantirgli il controllo su di loro. Quando interpellati mostrano un atteggiamento ironico e malizioso e tentano ogni volta che possono di travisare gli ordini del proprio padrone.

Ixion
Prima apparizione: Final Fantasy X
Traslazione latina e greca di Issione, personaggio della mitologia greca; Issione era il figlio di Flegias, re dei Lapiti ed ebbe una relazione, che sfociò in matrimonio, con Dia, figlia di Deioneo.
Contrariamente ai patti, Issione non fece a Deioneo i doni che gli aveva promessi per le nozze, anzi lo trucidò in modo particolarmente crudele. Zeus lo perdonò, ma Issione, invitato ad un suo banchetto, cercò di sfruttare l'occasione per concupire Era; accortosene, il dio gli inviò una nuvola di nome Nefele, che aveva assunto le sembianze di Era. Issione provò a toccarla e fu colto in flagrante nel tentativo di amplesso. Zeus, irato, lo consegnò ad Ermes perché lo torturasse, e il dio messaggero obbedì ben volentieri, legando strettamente il re e flagellandolo senza pietà.
Variazioni di questo mito intendono la nascita dei centauri come frutto dell'unione fra Nefele ed Issione.

Kharonte
Prima apparizione: Final Fantasy VIII
Nella religione greca e nella religione romana, Caronte era il traghettatore dell'Ade. Trasportava i nuovi morti da una riva all'altra del fiume Acheronte, ma solo se i loro cadaveri avevano ricevuto i rituali onori funebri (o, in un'altra versione, se disponevano di un obolo per pagare il viaggio); chi non li aveva ricevuti (o non aveva l'obolo) era costretto a errare tra le nebbie del fiume per cento anni.

Kjata
Prima apparizione: Final Fantasy VII
Kjata prende il nome da una creatura della mitologia araba nota come Kujata.
Secondo la cosmologia islamica, è un gigantesco toro. Insieme ad altri esseri e luoghi, Kujata sta sotto il mondo, in particolare tra il pesce Bahamut e un monte di rubino.

Knights of The Round
Prima apparizione: Final Fantasy VII
Il nome di questa Summon in inglese significa "Cavalieri della Tavola Rotonda", ossia i leggendari cavalieri di Re Artù. I dodici cavalieri che precedono l'attacco di Artù sono infatti i valorosi paladini che siedono assieme a lui attorno alla Tavola Rotonda.
La conosciutissima storia di Re Artù appartiene ad un ciclo di opere narrative chiamato "ciclo bretone", costituito in Francia intorno ai secoli XI e XII, e scritto in lingua d'oïl (dalla quale è poi derivato il francese). Il ciclo bretone comprende tutti gli elementi salienti che emergono dalle narrazioni delle gesta di Re Artù e dei suoi cavalieri, riuniti intorno ad una Tavola Rotonda, la cui forma indicava la parità di dignità tra di essi.

LamiaLamia
Prima apparizione: FFII (come nemico); FFXII: Revenant Wings (come Esper)
Le lamie dell'antichità greca erano figure in parte umane e in parte animalesche, rapitrici di bambini; fantasmi seduttori che adescavano giovani uomini per poi nutrirsi del loro sangue e della loro carne.
Secondo il mito originale, Lamia era la bellissima regina della Libia, figlia di Belo: essa ebbe da Zeus il dono di levarsi gli occhi dalle orbite e rimetterli a proprio piacere. Presto Lamia catturò il cuore di Zeus provocando la rabbia di Era, che si vendicò uccidendo i figli che suo marito ebbe da Lamia.
Lamia, lacerata dal dolore, iniziò a sfogarsi divorando i bambini delle altre madri, dei quali succhiava il sangue. Il suo comportamento innaturale fece in modo che la sua bellezza originaria si corrompesse, trasformandola in un essere di orribile aspetto, capace di mutare forma e apparire attraente per sedurre gli uomini, allo scopo di berne il sangue.

Leviathan
Prima apparizione: Final Fantasy II
Il Leviatano è un terribile mostro marino dalla leggendaria forza presentato nell'Antico Testamento. Tale essere viene considerato come nato dal volere di Dio.
In ebraico moderno, la parola Leviatano significa "balena".
Dal punto di vista allegorico, il Leviatano rappresenta spesso il caos primordiale, la potenza priva di controllo, benché biblicamente sia più spesso espressione della volontà divina e "simbolo della potenza del Creatore".
Si dice che nell'era messianica il Lieviatano, animale acquatico, combatterà con il Behemoth, animale terrestre.
Nell'era messianica gli uomini giusti faranno un banchetto con la carne del Leviatano, pesce puro secondo le norme della Casherut.
Alcuni storici delle religioni identificano Leviatano come un prestito derivante dalla religione babilonese e, più in particolare, dalla mostruosa dea Tiāmat.

Maduin
Prima apparizione: Final Fantasy VI
Maduin o Madein o, ancora, Madeen, è una storpiatura di "Mael Duin", il maggiore eroe della mitologia irlandese. Figlio di Ailill, fu cresciuto da una suora dopo che il padre fu ucciso in un agguato. Quando venne a sapere di come era morto suo padre, volle vendicare la sua morte assieme a sedici guerrieri.

Minotaur
Prima apparizione: FFV (come boss); FFVIII (come G.F.)
Seclet e Minotaur hanno l'aspetto di due minotauri, uomini dalla testa di toro.
Secondo la mitologia greca, Minosse, re di Creta, pregò Poseidone di inviargli un toro, come simbolo dell'apprezzamento degli dei verso di lui in qualità di sovrano. Poseidone acconsentì e gli inviò un bellissimo e possente toro bianco, chiedendogli in seguito di sacrificare il toro a lui stesso. Ma vista la bellezza dell'animale Minosse aveva deciso di tenerlo per sé. Poseidone, allora, per punirlo, fece innamorare perdutamente Pasifae, moglie di Minosse, del toro stesso.
Dall'unione mostruosa tra Pasifae e il toro nacque il Minotauro. Minosse fece rinchiudere il Minotauro nel labirinto costruito dall'ingegnere Dedalo. La città di Atene, sottomessa allora a Creta, doveva inviare sette giovani maschi e sette fanciulle da offrire in pasto al Minotauro, che si cibava di carne umana.
Allora Teseo, eroe figlio del re ateniese Egeo, si recò a Creta per sconfiggere il Minotauro, riuscendo anche a fuggire dal labirinto con l'aiuto di Arianna, che gli svelò come uscirne (usando il celebre "filo d'Arianna"). Teseo entrò nel labirinto e attese che il Minotauro si addormentasse. Così, mentre dormiva profondamente lo pugnalò e lo uccise.

OdinoOdino
Prima apparizione: Final Fantasy III
Nella mitologia nordica, Odino è uno degli dei più importanti, spesso definito Padre di tutti gli dei. È il dio della guerra, della magia, della sapienza e della poesia.
Come dio guerriero raduna gli eroi morti in battaglia nel Valhalla, gli einherjar, presiedendo al loro banchetto. Secondo la mitologia norrena, Odino guiderà gli dèi e gli uomini contro le forze del caos nell'ultima battaglia, quando giungerà il Ragnarök, la fine del mondo, nel quale il dio sarà ucciso, inghiottito dal temibile lupo Fenrir, per essere immediatamente vendicato da Víðarr che ne lacererà le fauci dopo avergli piantato un piede nella gola.

Pandemon
Prima apparizione: Final Fantasy VIII
Significa "mostro Pande" o "mostro Pand", ed è il guardiano del Pandemonium, luogo dove regna il caos.
In alcune versione di FFVIII, il suo nome è tradotto in Eolo (il dio greco del vento), oppure Zephyr (il dio greco del vento dell'ovest).

Phoenix
Prima apparizione: Final Fantasy V
In inglese significa Fenice. Secondo le forme più sviluppate della leggenda, le fenici sono uccelli dal piumaggio vivace, di color porpora con una specie di collare dorato, oppure un sorprendente insieme di rosso, oro e azzurro. Unico nel suo genere, vive in Arabia: quando sente la morte avvicinarsi, la fenice crea una pira con le spezie più fragranti e canta una melodia di rara bellezza, finché i raggi del sole accendono il rogo e la creatura arde fino alla morte.
Dalle ceneri emerge un verme che cresce fino a trasformarsi in una nuova fenice. Il primo compito del volatile è di riunire i resti del suo predecessore e, accompagnato da uno stormo di altri uccelli, di volare a Eliopoli (la città del Sole) sul Nilo, dove i sacerdoti del sole lo accolgono con fastose cerimonie; dopo la sepoltura delle ceneri, la fenice ritorna in Arabia.
Secondo la tradizione, la fenice era la personificazione della forza primordiale dei cieli.
Vi sono controparti della Fenice in praticamente tutte le culture: sumera, assira, inca, azteca, russa (l'uccello di fuoco), quella dei nativi americani (Yel), e in particolare nella mitologia cinese (Feng), indù e buddista (Garuda), giapponese (Ho-oo o Karura), ed ebraica (Milcham).

Quetzal
Prima apparizione: Final Fantasy VIII
Quetzalcoatl è il nome azteco del dio Serpente piumato dell'antica Mesoamerica, una delle divinità più importanti per molte civilizzazioni messicane e centro americane. Il nome Quetzalcoatl, nella lingua nahuatl, significa letteralmente "uccello o serpente con piume di Quetzal" (il che rimanda a qualcosa di divino o prezioso). Quetzalcoatl fu considerato dagli aztechi un simbolo di morte e resurrezione e il patrono dei sacerdoti.
Quetzal è anche un nome dato nella realtà a grossi uccelli presenti nell'America centro-meridionale: i Quetzal erano tenuti in grande considerazione dalle tribù precolombiane e le penne venivano utilizzate come elementi decorativi.

Remora
Prima apparizione: Final Fantasy (come nemico); FFV (come Summon)
La remora è un pesce d'acqua salata che si attacca alla pelle di grandi mammiferi marini, squali, tartarughe marine e pesci mola, facendosi trasportare velocemente.
Occasionalmente, approfitta per cibarsi dei rimasugli del pasto del suo ospite.
Gli antichi Romani attribuivano alle remore il potere di bloccare, con la forza della ventosa, le navi.

Seclet
Prima apparizione: FFV (come boss); FFVIII (come G.F.)
Nella sua prima apparizione in FFV, Seclet, in coppia con Minotaur, si chiama Sekhmet.
Sekhmet, il cui nome significa "colei che è potente", era una divinità solare zoomorfa della mitologia egizia. Veniva raffigurata come leonessa o come una donna dalla la testa leonina. Era la terribile dea della guerra che impersonificando i raggi dal calore mortale del sole incarnava il potere distruttivo dell'astro ma anche l'aria rovente del deserto i cui venti erano il suo alito di fuoco e con i quali puniva i nemici che si ribellavano al volere divino. Rappresentava anche lo strumento della vendetta di Ra contro l'insurrezione degli uomini imponendo l'ordine del mondo.
Portava morte all'umanità ma era anche la dea protettrice dei medici come citano i papiri medici Ebers ed Edwin Smith ed i suoi sacerdoti, molto potenti erano spesso chiamati per la cura di patologie ossee, quali le fratture.

ShivaShiva
Prima apparizione: Final Fantasy III
Shiva è uno degli aspetti di Dio per la religione induista, nonché la terza Persona della Trimurti (composta da Brahma, Vishnu e Shiva), all'interno della quale è conosciuto sia come Distruttore che come Creatore.
Shiva significa "il benevolo, il clemente". I suoi devoti sono chiamati shivaiti e i culti a lui dedicati costituiscono complessivamente lo shivaismo.

Siren
Prima apparizione: Final Fantasy VI
In italiano il termine sirena, così come in molte altre lingue di tipo romanzo, indica una figura antropomorfa metà pesce e metà donna, chiamata mermaid ("vergine del mare") in inglese.
Nella tradizione orientale, risalente al 1000 a.C., la sirena è metà uccello e metà donna. In questa antica tradizione, che indica più chiaramente le arpie, esse attiravano, i marinai con il loro canto facendoli naufragare sugli scogli delle loro isole rocciose, pronte a rapirli e a divorarli.
Le Sirene sono menzionate per la prima volta da Omero. Con il loro canto affascinavano i marinai che erano indotti a schiantarsi sugli scogli dell'isola dove vivevano. Solo due navi sfuggirono alla morte: quella di Ulisse, di ritorno dalla guerra di Troia, e quella degli Argonauti.
Nell'Irlanda medievale e nel folklore nordeuropeo la figura delle sirene (mermaids) ebbe larga diffusione e vennero rappresentati anche i sireni (mermen), conosciuti anche come tritoni.
In Final Fantasy VIII, Siren ha sia attributi di pesce (pinna) che di uccello (ali).

Stray
Prima apparizione: Final Fantasy VI
In inglese, stray (aggettivo) significa smarrito, errante; "to stray" significa "vagare, smarrirsi, lasciar vagare la mente".

Titan
Prima apparizione: Final Fantasy VII
I Titani e le Titanesse (talvolta dette anche Titanidi) sono figure della mitologia greca, padroni della settimana di sette giorni. Erano giganti talmente forti che ancora oggi si usa dire uno sforzo o una forza titanico per indicare una forza veramente grande. Furono creati da Eurinome, la dea di tutte le cose, ma secondo altre versionI furono figli di Urano dio del cielo e la Madre Terra: Urano generò i Titani dopo aver cacciato i Ciclopi, suoi figli ribelli, nel remoto Tartaro. Per vendicarsi Gea indusse i Titani ad assalire il loro padre.
Secondo altre versioni, invece, i Titani furono precipitati nel Tartaro da Zeus, dopo la guerra decennale con gli dèi olimpici. Zeus fece ubriacare la vecchia carceriera del Tartaro, Campe, e le rubò le chiavi. Liberò così Ciclopi e Giganti Centimani.
Altri miti dicono che vinta la guerra, i Titani furono esiliati dagli dei nelle isole britanniche, o all'estremo occidente, e furono posti sotto la sorveglianza dei Centimani.
Atlante, invece, che fu a capo dei Titani dopo l'evirazione di Urano, ricevette come punizione l'obbligo di sostenere il peso del cielo sulle sue spalle.

TomberryTomberry
Prima apparizione: FFV (come nemico); FFVIII (come G.F.)
Il suo nome originale è "Tonberry", ed è composto dalle parole inglesi "ton" (tonnellata) e "berry" (bacca). Quindi, "tonnellata di bacche" (e alcune sono velenose e portatrici di morte).
Se si presume invece che derivi da "tomb" (tomba) e dal verbo "to err" (errare), allora potrebbe significare "errante di tombe", nel senso di colui che vaga tra le tombe. Il che calzerebbe a pennello sia con il suo aspetto e la lanterna che si porta appresso, sia con il fatto che lo si trova in luoghi spettrali, cimiteri e antiche rovine (le Rovine di Centra in FFVIII, la Grotta dell'Intercessore Rapito in FFX).
Da notare gli ideogrammi che appaiono durante l'evocazione in FFVIII: equivalgono all'italiano "zac-zac".

Typhon
Prima apparizione: Final Fantasy VII
Creatura della mitologia greca. Egli è il discendente di Gaia e Tartarus. Possiede un centinaio di teste che sfiorano la volta celeste; inoltre sputa lava dalle sue bocche. Egli grida e ruggisce, incutendo il terrore in molti. Zeus lo ferisce e lo imprigiona nel cuore del monte Etna. Ancora oggi possiamo sentire Typhon ruggire ferocemente e sputare la sua lava dall'interno dell'Etna.

Valefor
Prima apparizione: FFIII (come nemico); Final Fantasy X (come Eone)
Valefor è il Sesto Spirito elencato nell'Ars Goetia, una pratica antichissima che riguarda l'invocazione di demoni, ed è il comandante di Legioni di spiriti. Ha la testa di un ladro e il corpo da leone, ed è il capo dei ladri e dei briganti.

Yojimbo
Prima apparizione: FFV (come nemico); Final Fantasy X (come Eone)
In giapponese, un yojimbo è una guardia del corpo o un addetto alla sicurezza. Spesso samurai o ancora più frequentemente rōnin che percepivano bassi salari si facevano ingaggiare come yojimbo per sbarcare il lunario nonostante non fosse strettamente necessario appartenere alla casta dei samurai per diventarlo.