•  Registrati
Google-Translate - Italian to English Google-Translate - Italian to French Google-Translate - Italian to German Google-Translate - Italian to Spanish
Fan Stuff  La Posta del Garden 
Bonsoir a tutti,

sono Minhea Dracul, cugina del famoso Vlad Dracul detto Tepes, principessa di Valacchia, strega e regina dei vampiri e degli incubi da 700 anni.Minhea

Vivo qui nel mio Castello delle Ombre nella regione transilvanica delle Terre di Nessuno (d'altronde, se sono di nessuno, possono anche essere mie! ^^) e sono qui per intervistare i personaggi di Final Fantasy, che è il mio videogioco preferito... sapete, io di giorno dormo e la notte ovviamente sto sveglia e, dato che la notte in Valacchia è mooolto lunga, bisogna pur trovare qualcosa da fare, dopo la cena (rigorosamente a base di sangue).

Così mi sono messa in società col famoso (e bellissimooo! ^^) maestro di arti marziali Zell Dincht del Garden di Balamb, che ogni tanto viene a trovarmi in sogno, dato che qui ci sono un sacco di orribili mostri da combattere... in questo modo il biondo Zell è diventato il mio figlioccio prediletto, lavorare con lui è un divertimento e una gioia continui!
Non trovate che sia adorabile il mio amico, col suo carattere allegro e impulsivo, la sua sincerità e generosità e i suoi modi diretti? E poi... che bella crestinaaa! (nd Zell: "Minhea, no, lasciami stare i capelli, c'è gente! E poi così mi spettini tutto!!!"; nd Minhea: "Uff... che antipatico!" ^^)

Comunque, io e Zell abbiamo pensato insieme di aiutare voi fan bisognosi di parlare direttamente coi vostri idoli per avere conferme o risposte di ogni tipo.
Quindi, spero che scriverete numerosi e vi divertirete a leggere le mie risposte... vi assicuro che intervistare tutti questi guerrieri orgogliosi e combattivi ("E le loro damigelle!" nd Garnet) è una vera faticaccia!!! (nd Tutti i personaggi di FF, in tono minaccioso: "Ma in che senso?!?; nd Minhea: "Ehm... n-nulla ragazzi, nulla, calma... scherzavo!" ^^)

Ora vi saluto, perché il sole sta sorgendo e vado a riposare nella mia bella bara di betulla.

Au revoir!