•  Registrati
Google-Translate - Italian to English Google-Translate - Italian to French Google-Translate - Italian to German Google-Translate - Italian to Spanish
Final Fantasy XV godrà di aggiornamenti gratuiti anche nel 2018
scritto da: Zell | in data: 23-09-2017 | 18:31

Oltre che per parlare dell'espansione multigiocatore "Comrades", l'ultimo ATR di Final Fantasy XV è servito anche a fare il punto della situazione sul futuro del gioco che, pur essendo uscito a novembre dell'anno scorso, è tuttora destinatario di update e contenuti scaricabili. Riportiamo di seguito i punti salienti della trasmissione, cui hanno partecipato il direttore Hajime Tabata e il marketing producer Akio Ofuji.

Episode Ignis

Entro fine ottobre dovrebbe essere diffuso un nuovo trailer di Episode Ignis. Tabata ha dichiarato che a questo DLC - che sarà l'ultimo di quelli annunciati ufficialmente per Final Fantasy XV - ha lavorato duramente "un team esclusivo". Il direttore ha promesso che il DLC sarà ricco di "nuove informazioni".

Aggiornamenti gratuiti

Tabata e il suo team hanno pensato a lungo se fosse giusto o meno terminare il loro lavoro su FFXV dopo l'uscita di Episode Ignis. Molte riflessioni sono state fatte in seguito alla raccolta dei risultati del sondaggio proposto qualche mese fa ai giocatori. Inoltre, negli ultimi mesi Tabata ha partecipato a numerosi eventi in giro per il mondo, in occasione dei quali ha incontrato i fan e parlato con loro, venendo a sapere che cosa essi hanno apprezzato e quali aspetti non hanno invece gradito. A suo dire, la maggior parte dei fan gli ha chiesto di non farla finita con FFXV e di continuare invece a migliorarlo. La maggior parte delle richieste si sono concentrate su un'espansione della storia del gioco.

Da qui, la decisione di continuare ad aggiornare Final Fantasy XV anche nel corso del 2018. L'obiettivo principale è quello di completare la storia del gioco per accontentare i giocatori insoddisfatti sotto questo punto di vista. Come riportato precedentemente, Tabata e il suo team (la "Business Division 2") in parallelo lavoreranno su una nuova grande IP. Non è stato semplice conciliare la necessità di mettersi al lavoro su un un nuovo progetto con quella di continuare a supportare FFXV. Tuttavia, dopo aver superato numerosi ostacoli e aver cambiato la struttura del team di sviluppo, è stato garantito l'ulteriore supporto a FFXV nel corso del prossimo anno.

Il team ha già in mente un programma di massima da seguire per dare ai fan ciò che desiderano di più. Tabata ha ammesso che il gioco è carente sotto diversi aspetti: non solo riguardo a retroscena legati ad alcuni personaggi o allo sviluppo dei medesimi, bensì anche sotto il punto di vista del mondo di gioco e della sua lore, dal momento che Eos è dotato di una sua storia.
Il piano dei prossimi aggiornamenti sarà condiviso con i fan probabilmente entro la fine di quest'anno.

Per il momento, si sa che il primo dei prossimi aggiornamenti gratuiti di FFXV riguarderà la storia dei Siderei. L'aggiornamento avrà un legame con Episode Ignis, legame che il direttore Tabata considera un aspetto della storia molto importante e che i giocatori dovrebbero conoscere.

PlayStation VR

Tabata ha spiegato perché il titolo per VR legato a Final Fantasy XV abbia finito per essere un gioco di pesca. L'anno scorso il team di sviluppo provò a realizzare un gioco per VR di genere action, con Prompto come protagonista, ma il progetto si rivelò più arduo del previsto. Inoltre, la tecnologia del VR non permetteva un'azione frenetica con combo e link attack. Realizzare un gioco del genere avrebbe portato via molte risorse e tempo, perciò Tabata e il suo team decisero di virare verso qualcosa di diverso.

Tabata ha rivelato infine che Monster of the Deep è la "prima parte" dei giochi per VR pensati dal suo team. Lui e la sua squadra hanno già in programma di sviluppare una "seconda parte" facendo tesoro del bagaglio di conoscenze accumulato nel corso dello sviluppo di Monster of the Deep.



   



Powered by CuteNews
Final Fantasy XV godrà di aggiornamenti gratuiti anche nel 2018