•  Registrati
Google-Translate - Italian to English Google-Translate - Italian to French Google-Translate - Italian to German Google-Translate - Italian to Spanish
Fabula Nova Crystallis  Mitologia  Cronologia
1) Gli dèi creano i fal'Cie e gli umani, dopodiché abbandonano la dimensione visibile.

- I fal'Cie di Pulse deciserp di trasformare gli umani in l'Cie e servirsi di loro per trovare la porta occulta;
- Gli umani, pensando che i fal'Cie di Pulse desiderassero solo espandere il mondo, si fidarono di loro;
- Allo stesso tempo, ricevendo l'ordine di "prepararsi per un attacco esterno" (proveniente dalla dimensione invisibile), i fal'Cie di Pulse costruirono un gran numero di arche.

In questo periodo, solo i fal'Cie di Pulse cercarono di utilizzare gli umani per trovare la porta, e solo essi costruirono le arche, dal momento che avevano ricevuto l'ordine di farlo.

2) Baldanders, fal'Cie di Lindzei, costruisce Cocoon e qui vi trasferisce una parte della popolazione di Gran Pulse.

- Baldanders ricevette l'ordine di costruire e mantenere Cocoon. In altre parole è un architetto fal'Cie, un assegnatore di ruoli, convinto che dal momento della sua creazione il mondo sia caduto in rovina. Crede anche che l'unico modo di sistemare le cose sia di richiamare l'Artefice. Per questo Baldanders desidera ardentemente trovare il varco sul mondo invisibile; per farlo, decide di servirsi dei cittadini di Cocoon;
- Tuttavia, questo piano non si conciliava con gli ordini ricevuti da Lindzei;
- Allo scopo di provocare una guerra civile, Baldanders rubò numerose arche da Gran Pulse;
- Avendo sofferto il sequestro dei propri cari e il furto delle loro risorse, i cittadini di Pulse iniziarono a vedere i fal'Cie di Cocoon come nemici;
- Le persone trasferite su Cocoon iniziarono a godere di una vita facile e sicura e cominciarono a venerare i fal'Cie del posto. Il nome "Cocoon" fu una scelta azzeccata: il luogo è a tutti gli effetti un bozzolo che avvolge i suoi abitanti prendendosene cura e proteggendoli dalle influenze esterne, finché non sarà l'ora della rinascita (o meglio, dell'omicidio di massa che costringerà l'Artefice a farsi vivo);
- Il tempo passò, cambiarono le generazioni e pian piano la gente di Cocoon iniziò a dimenticarsi della vita trascorsa su Pulse;
- Influenzati dagli avvertimenti dei fal'Cie di Cocoon, i cittadini iniziarono ad avere paura di Pulse e a considerarlo una specie di inferno infestato da mostri.

3) Seicento anni dopo, Anima, il fal'Cie di Pulse, assegnò ai suoi l'Cie il compito di distruggere Cocoon. Iniziò così la Guerra dell'Oblio.

- In generale, i fal'Cie di Pulse si mostrarono indifferenti nei confronti dell'esistenza di Cocoon;
- Tuttavia, il saccheggio di persone e risorse provocò l'ira di uno di loro, il fal'Cie Anima, che decise di attaccare Cocoon;
- Un gran numero di l'Cie e umani, tra cui Fang e Vanille, vennero coinvolti in questa guerra.
- Baldanders, credendo che la popolazione di Cocoon non fosse sufficiente per l'apertura della porta sul mondo invisibile, si difese dall'attacco. Se non l'avesse fatto, il suo piano avrebbe subito una notevole battuta d'arresto, perché sarebbe stato necessario aspettare altri anni (forse secoli) prima che la popolazione raggiungesse un numero sufficiente;
- Fang si trasformò in Ragnarok e tentò di distruggere Cocoon, ma la dea Etro intervenne;
- Oltre a cristallizare Fang e Vanille, la dea impose ad Anima di dormire profondamente;
- Fine della Guerra dell'Oblio. Il nome "Guerra dell'Oblio" deriva dal fatto che i fal'Cie hanno preferito non rendere noti i particolari del conflitto in modo che fossero dimenticati per il bene stesso della popolazione.


Ragnarok