•  Registrati
Google-Translate - Italian to English Google-Translate - Italian to French Google-Translate - Italian to German Google-Translate - Italian to Spanish
Final Fantasy X
Piattaforma: PlayStation 2, PlayStation 3, PS Vita, PlayStation 4

Team di sviluppo:
- Produttore esecutivo: Yoshinori Kitase
- Regia: Motomu Toriyama,
  Takayoshi Nakazato
- Design combattimenti: Toshiro Tsuchidô
- Direzione artistica: Yûsuke Naora
- Sceneggiatura: Kazushige Nojima
- Sonoro: Nobuo Uematsu
- Musiche: Nobuo Uematsu, Junya Nakano,
  Masashi Hamauzu
- Design dei personaggi: Tetsuya Nomura

Date di uscita:      
  JAP USA EUR
 PlayStation 2 19-07-2001 17-12-2001 24-05-2002
 PlayStation 3 26-12-2013 18-03-2014 21-03-2014
 PlayStation Vita 26-12-2013 18-03-2014 21-03-2014
 PlayStation 4 12-05-2015 14-05-2015 15-05-2015

Unisciti a Tidus, un'esuberante stella del blitzball, e Yuna, una coraggiosa ragazza con il dono dell'antica arte dell'invocazione, nella loro epica avventura che li porterà allo scontro finale con il più mortale dei nemici di Spira.
Solo l'invocazione Suprema può sconfiggere Sin e portare la pace su Spira... Chi oserà sconfiggere questa forza malvagia?
Tidus è un ragazzo che vive in una metropoli chiamata Zanarkand. Durante una partita di Blitzball, uno sport subacqueo simile al calcio, viene catapultato nel futuro. Il pianeta, chiamato Spira, è minacciato da un'entità conosciuta come Sin e portatrice di morte e distruzione. Gli unici personaggi in grado di sconfiggerlo, benché temporaneamente, sono gli invocatori. Tidus si unirà ad un'invocatrice di nome Yuna e ai suoi "guardiani" allo scopo di aiutarla lungo il suo pellegrinaggio.

      

Final Fantasy X è il primo capitolo della saga a passare sul sistema a 128 Bit della Sony. Il gioco, che è stato rilasciato in Giappone il 19 Luglio 2001, è anche il primo titolo della serie ad introdurre il doppiaggio sonoro; ma non si tratta nell'unica novità rispetto ai suoi predecessori. I fondali fissi scompaiono in parte per essere sostituiti da ambienti realizzati interamente in 3D e renderizzati in tempo reale; gli stessi personaggi sono completamente tridimensionali e dotati di espressioni facciali. La World Map scompare completamente, così come l'ATB, sostituito dal sistema di combattimento a turni (CTB, "Conditional Turn-Based"); inoltre viene introdotto un nuovo sistema di sviluppo dei personaggi, la Sferografia. Il numero dei personaggi del party torna a tre, ma questi possono essere sostituiti in qualsiasi momento durante la battaglia. Anche il ruolo delle Summon (qui chiamate Eoni) cambia sensibilmente: possono essere invocate solo da Yuna e, una volta chiamate, sostituiscono la squadre finché non vengono sconfitte o finché non viene ordinato loro di lasciare il campo di battaglia.
Anche in questo capitolo non mancano i numerosi sottogiochi, dal Blitzball agli immancabili Chocobo. La colonna sonora è curata da Nobuo Uematsu assistito da Masashi Hamauzu e Junya Nakano, e comprende due canzoni cantate ("Other World" e "Suteki da Ne").
La Square ha rilasciato diverse versioni di Final Fantasy X. Quella europea include i Dark Eoni e Der Richter, nuove armi, protezioni e abilità, nonché un dvd aggiuntivo intitolato Beyond FF, con interviste ai produttori e ai doppiatori e vari trailer. Nel Gennaio 2002 Final Fantasy X esce nuovamente in Giappone nella versione "International", con le aggiunte presenti nella versione europea, più un filmato finale ambientato a due anni di distanza dalla fine del gioco. Quest'ultimo costituisce il prologo di Final Fantasy X-2.