•  Registrati
Google-Translate - Italian to English Google-Translate - Italian to French Google-Translate - Italian to German Google-Translate - Italian to Spanish
Final Fantasy Explorers arriverà in Europa il 29 gennaio 2016!
scritto da: Nao | in data: 30-07-2015 | 16:43

Square Enix ha annunciato oggi a sorpresa che Final Fantasy Explorers arriverà in Europa il 29 gennaio 2016, in esclusiva per Nintendo 3DS

Il mondo è sull’orlo di una guerra: le riserve di cristalli, unica risorsa d’energia del pianeta, stanno per esaurirsi. I giocatori dovranno combattere insieme e formare team di esploratori su di un’isola ricca di cristalli, dove si trovano feroci orde di mostri nella speranza di conquistare il novo e potente Grande Cristallo, sogno di ogni esploratore che si rispetti. 

FINAL FANTASY EXPLORERS permette agli esploratori di giocare in modalità cooperativa con amici online e in locale, di dominare oltre 20 classi tra nuove e classiche, come cavaliere, monaco, mago nero e mago bianco e di sconfiggere gli incredibili mostri che gironzolano per il regno, ma anche di reclutarli come validi alleati. I giocatori potranno sfruttare i poteri degli eidolon come Ifrit e Bahamut, e saranno anche in grado di trasformarsi in leggendari personaggi della serie FINAL FANTASY grazie alla modalità Trance. La modalità multi-giocatore è possibile grazie alla comunicazione wireless della console Nintendo 3DS.


Tutti gli annunci della presentazione dedicata a Dragon Quest!
scritto da: Nao | in data: 29-07-2015 | 04:14

Durante la presentazione di Dragon Quest di ieri Square Enix ha fatto una serie di annunci che faranno di sicuro felici i fan della serie!

Inanzitutto, ha annunciato che Dragon Quest Heroes 2 sarà disponibile in Giappone dalla prossima primavera, per PS4, PS3 e PS Vita. Ulteriori informazioni sul titolo saranno rivelate durante il Tokyo Game Show di settembre. Square Enix durante la presentazione ha dichiarato anche che l'originale Dragon Quest Heroes, che deve ancora essere rilasciato in Occidente, ha già venduto più di un milione di copie in madrepatria. 

La software house ha annunciato inoltre che è in sviluppo una versione PS4 di Dragon Quest X, MMORPG attualmente disponibile solo in Giappone per Nintendo Wii, Wii U, 3DS, PC, iOS e Android

Square Enix sta considerando la possibilità di pubblicare il gioco anche per Nintendo NX, nome in codice della prossima console da salotto di Nintendo, sulla quale potrebbe arrivare anche Dragon Quest XI, annunciato proprio oggi per PS4 e Nintendo 3DS. Le due platform offriranno esperienze di gioco diverse, ma seguiranno la stessa trama, in modo simile a quanto accaduto per Ni No Kuni, uscito in Giappone per PS3 e Nintendo DS. Entrambe le versioni usciranno nel 2016 in occasione del 30° anniversario della serie. 

La versione per PS4 è sviluppata insieme alla software house Orca, mentre la versione 3DS è realizzata in collaborazione con Toy Logic. Probabilmente su Nintendo NX arriverà un porting della versione PS4. A capo del progetto vi è Yūji Horii. Lo sceneggiatore è Takeshi Uchikawa, mentre Akira Toriyama si occupa del design dei personaggi e dei mostri. Kōichi Sugiyama è, ancora una volta, il compositore della colonna sonora. Il motore grafico per la versione PS4 è lo stesso utilizzato per Kingdom Hearts III, ovvero l'Unreal Engine 4. La versione 3DS, grazie ai due schermi, sarà sia in 3D sia in 2D vecchia scuola.

Nel corso della conferenza, infine, è stato mostrato un primo video di gameplay per il recentemente annunciato Dragon Quest Builders, una sorta di Minecraft in salsa RPG in uscita in Giappone quest'anno su PS4, PS3 e PS Vita.


Nuove informazioni per World of Final Fantasy da Hiroki Chiba!
scritto da: Nao | in data: 13-07-2015 | 19:11

Durante l'E3 2015, Square Enix ha annunciato World of Final Fantasy, gioco previsto per il 2016 per PS4 e PS Vita. In un'intervista, il direttore del gioco, Hiroki Chiba, ha rivelato alcune nuove informazioni che potete trovare sintetizzate di seguito.

 Il gioco sarà incentrato sul diventare amici dei mostri, creature dei precedenti Final Fantasy, e allevarli

Il concept del gioco è stato deciso prima delle console su cui sarebbe stato pubblicato. Era necessaria una console che potesse mostrare la più grande quantità di mostri e informazioni possibile, e per questo all'inizio si è deciso di pubblicare il gioco solo su PS4. Collezionare tutti i tipi di mostri però richiede molto tempo, e per questo motivo si è deciso di creare anche una versione per PS Vita, per poter collezionare mostri anche fuori casa.

Gli sviluppatori stanno creando il gioco cercando di far tornare l'energia e le emozioni dei FF originali per attirare coloro che sono già fan di FF. Per attirare nuovi giocatori invece stanno cercando di creare un mondo meno realistico e più accessibile ai più inesperti, con un nuovo design e un tipo di grafica differente.

I giocatori potranno scegliere tra un sistema di combattimento tradizionale e uno più moderno. In ogni caso il sistema di combattimento è molto intuitivo e anche coloro che non hanno mai giocato a un FF potranno capire subito le sue meccaniche.

Le "torri" sono una delle caratteristiche particolari del sistema di combattimento del gioco. Si potrà far diventare il protagonista grande e far salire i mostri su di esso o diventare piccoli o cavalcare i diversi mostri. Formando diverse "torri" di mostri e/o personaggi si potranno usare delle abilità particolari. Per esempio , se tre mostri o personaggi che formano una "torre" hanno l'abilità Fire, saranno in grado, tutti insieme, di lanciare l'incantesimo Firaga.

Il produttore è Shinji Hashimoto, il produttore creativo è Tetsuya Nomura e il design dei personaggi è opera di Yasuhisa Izumisawa (che ha già lavorato per la serie Crystal Chronicles).

Nel gioco si potrà passare, premendo un tasto, dalla versione chibi in miniatura a quella grande e realistica. 

I due personaggi protagonisti visti nel trailer sono fratello e sorella e occuperanno un ruolo centrale nella storia. La storia avrà elementi simili a quelli già visti in altri FF.

Ci sarà una funzione di Cross Save attraverso la quale si potranno trasferire i dati salvati su PS4 nella versione per PS Vita e viceversa. Si sta cercando di introdurre anche una funzione attraverso la quale si potranno scambiare mostri con altri giocatori e si sta prendendo in considerazione anche la condivisione di oggetti

Oltre a Cloud Strife e Warrior of Light ci saranno altri personaggi che faranno un cameo nel gioco, ma verranno annunciati prossimamente.

I due protagonisti vengono da un mondo più grande e sono stati catapultati in un mondo più piccolo e carino chiamato Grimoire. Per questo motivo solo loro possono cambiare dimensione quando vogliono, mentre gli altri personaggi del mondo non possono. 

Non è da escludere la presenza di minigiochi come il Gold Saucer di FF VII. 

Si sta pensando di includere anche le aeronavi

Nel gioco ci saranno nuovi brani ma anche riarrangiamenti di alcuni classici brani della serie. Il tutto sarà opera di Masashi Hamauzu

Forse ci saranno dei DLC, dato che molte delle meccaniche del gioco lo permettono, ma il team deve ancora decidere al riguardo.

Il gioco uscirà sia in edizione fisica che in edizione scaricabile.

Per visitare nuove location sarà necessario proseguire nella storia. Le location già visitate si potranno rivisitare in ogni momento. 

La mappa del mondo sarà molto grande


Annunciato DQ Builders, DQ VII e VIII per 3DS in arrivo in Occidente
scritto da: Nao | in data: 13-07-2015 | 17:04

Nel corso della Japan Expo di Parigi il creatore di Dragon Quest Yuji Horii è stato intervistato da un fansite francese di Final Fantasy ed ha innanzitutto confermato che Dragon Quest XI sarà un gioco offline, pensato per una console da casa, e che i fan della serie non devono preoccuparsi per quanto riguarda il gameplay dato che si avrà un ritorno alle meccaniche tipiche della serie. Gli unici action-rpg legati alla serie di DQ saranno infatti i titoli della serie Dragon Quest Heroes. Yuji Horii ha dichiarato inoltre che non è esclusa la possibilità di un remake su larga scala per alcuni titoli della serie di vecchia dati (come Dragon Quest III), e che gli piacerebbe utilizzare tecnologie come la realtà virtuale di Project Morpheus per realizzare un gioco della serie. Infine, si è lasciato scappare che Dragon Quest VII per Nintendo 3DS, uscito nel 2013 in Giappone, e Dragon Quest VIII per Nintendo 3DS, in arrivo a fine anno in Giappone, verranno pubblicati anche in Occidente prossimamente.

Qualche giorno dopo l'intervista, Square Enix ha annunciato un nuovo Dragon Quest per PS4, PS3 e PS Vita, con tanto di sito ufficiale: il titolo è Dragon Quest Builders. Il gioco sfrutterà meccaniche già viste in Minecraft, aggiungendo tuttavia elementi RPG. L'obbiettivo principale sarà quello di salvare il regno di Alefgard, preso con la forza dal malvagio Dragonlord.


Nomura: nel remake di FFVII il gameplay ha la priorità sulla grafica
scritto da: Zell | in data: 02-07-2015 | 09:57

L'ultimo numero della rivista giapponese Famitsu offre una serie di brevi interviste a personaggi di spicco dell'industria videoludica, incluso Tetsuya Nomura, che ultimamente sembra più loquace del solito. L'intervista si è svolta dopo l'E3 di inizio giugno e si concentra principalmente sul remake di Final Fantasy VII

- I tuoi progetti, ovvero il remake completo di Final Fantasy VII nonché l'ultimo trailer di Kingdom Hearts III, sono stati svelati nel corso dell'E3 2015. I fan sono apparsi decisamente entusiasti, soprattutto per l'annuncio del remake di FFVII nel corso della PlayStation E3 Experience 2015 Press Conference. 

Nomura: La loro reazione è stata davvero fantastica. Ho ricevuto messaggi anche da quelli giapponesi, e sono stato sveglio fino al mattino seguente a corrispondere con loro. 

- Eri presente alla conferenza al momento dell'annuncio?

N: Sì. Lo staff era in uno spazio separato dal pubblico, e io ero lì da solo, a guardare gli annunci che si susseguivano uno dopo l'altro... Quando ho sentito la gente esultare, le mie mani hanno cominciato a tremare.

- Come mai? 

N: Me lo chiedo anch'io... Credo sia stata una reazione emotiva.

- Durante la conferenza l'atmosfera era senza dubbio straordinaria. Dopo l'annuncio, a cosa si sono mostrati maggiormente interessati i media stranieri?

N: La maggior parte delle persone ha fatto domande riguardo alle scene ambientate nell'Honey Bee Inn {ride}.

- Sul serio?! {Ride} E che dire di Aerith?

N: Ho detto loro che uno dei motivi che mi hanno spinto a realizzare il remake di FFVII è raggiungere quelle persone che non hanno giocato al gioco originale. Di conseguenza, chiedere di lei costituisce una sorta di spoiler.

- Ho capito, credo abbia senso. Ciononostante, i media stranieri hanno diffuso dettagli sia piccoli sia importanti riguardo al contenuto di questo remake. Per esempio, si è detto che Cloud tornerà a travestirsi.

N: Ho detto loro di aspettarsi una riproposizione delle scene più iconiche del gioco originale. 

- Quando è iniziata la produzione del remake di FFVII?

N: Non ricordo esattamente, ma so che è iniziata l'anno scorso.

- Piuttosto recentemente quindi. Nel teaser trailer sembra che ci sia un cartellone con un'immagine in computer grafica di Aya, la protagonista di Parasite Eve... C'è un significato più profondo dietro a questa scelta?

N: Il cartellone riguarda LOVELESS, un libro di poesia epico presente nell'universo di FFVII, ed esisteva anche nella versione originale per PlayStation. Penso che Aya sia stata utilizzata semplicemente per gioco dagli sviluppatori che hanno realizzato la sequenza in Visual Works {ride}. 

- Realizzare un remake completo di FFVII non significa solo migliorare l'aspetto grafico del gioco originale, ma anche modificare il gioco stesso, e sembra che una parte dei fan sia preoccupata di questo. 

N: Capisco perché sono preoccupati, io stesso lo sono. In veste di sviluppatore, sono in continuo conflitto con me stesso riguardo al modo in cui cambiare certe cose. Probabilmente è l'aspetto più difficile della realizzazione di un remake completo. Ciononostante lo stiamo facendo, e per far sì che risulti interessante e appetibile per la generazione attuale è necessario attuare delle modifiche rispetto al gioco originale. Tra queste vi è ovviamente la grafica, ma non vanno ignorati gli altri aspetti del gioco. Credo anzi che il gameplay abbia la priorità e che solo dopo venga la grafica. 


    << Indietro Avanti >>    
Powered by CuteNews
Zell's Fantasy ~ Tutto sulla serie Final Fantasy e i titoli Square Enix