•  Registrati
Google-Translate - Italian to English Google-Translate - Italian to French Google-Translate - Italian to German Google-Translate - Italian to Spanish
Nomura: nel remake di FFVII il gameplay ha la priorità sulla grafica
scritto da: Zell | in data: 02-07-2015 | 09:57

L'ultimo numero della rivista giapponese Famitsu offre una serie di brevi interviste a personaggi di spicco dell'industria videoludica, incluso Tetsuya Nomura, che ultimamente sembra più loquace del solito. L'intervista si è svolta dopo l'E3 di inizio giugno e si concentra principalmente sul remake di Final Fantasy VII

- I tuoi progetti, ovvero il remake completo di Final Fantasy VII nonché l'ultimo trailer di Kingdom Hearts III, sono stati svelati nel corso dell'E3 2015. I fan sono apparsi decisamente entusiasti, soprattutto per l'annuncio del remake di FFVII nel corso della PlayStation E3 Experience 2015 Press Conference. 

Nomura: La loro reazione è stata davvero fantastica. Ho ricevuto messaggi anche da quelli giapponesi, e sono stato sveglio fino al mattino seguente a corrispondere con loro. 

- Eri presente alla conferenza al momento dell'annuncio?

N: Sì. Lo staff era in uno spazio separato dal pubblico, e io ero lì da solo, a guardare gli annunci che si susseguivano uno dopo l'altro... Quando ho sentito la gente esultare, le mie mani hanno cominciato a tremare.

- Come mai? 

N: Me lo chiedo anch'io... Credo sia stata una reazione emotiva.

- Durante la conferenza l'atmosfera era senza dubbio straordinaria. Dopo l'annuncio, a cosa si sono mostrati maggiormente interessati i media stranieri?

N: La maggior parte delle persone ha fatto domande riguardo alle scene ambientate nell'Honey Bee Inn {ride}.

- Sul serio?! {Ride} E che dire di Aerith?

N: Ho detto loro che uno dei motivi che mi hanno spinto a realizzare il remake di FFVII è raggiungere quelle persone che non hanno giocato al gioco originale. Di conseguenza, chiedere di lei costituisce una sorta di spoiler.

- Ho capito, credo abbia senso. Ciononostante, i media stranieri hanno diffuso dettagli sia piccoli sia importanti riguardo al contenuto di questo remake. Per esempio, si è detto che Cloud tornerà a travestirsi.

N: Ho detto loro di aspettarsi una riproposizione delle scene più iconiche del gioco originale. 

- Quando è iniziata la produzione del remake di FFVII?

N: Non ricordo esattamente, ma so che è iniziata l'anno scorso.

- Piuttosto recentemente quindi. Nel teaser trailer sembra che ci sia un cartellone con un'immagine in computer grafica di Aya, la protagonista di Parasite Eve... C'è un significato più profondo dietro a questa scelta?

N: Il cartellone riguarda LOVELESS, un libro di poesia epico presente nell'universo di FFVII, ed esisteva anche nella versione originale per PlayStation. Penso che Aya sia stata utilizzata semplicemente per gioco dagli sviluppatori che hanno realizzato la sequenza in Visual Works {ride}. 

- Realizzare un remake completo di FFVII non significa solo migliorare l'aspetto grafico del gioco originale, ma anche modificare il gioco stesso, e sembra che una parte dei fan sia preoccupata di questo. 

N: Capisco perché sono preoccupati, io stesso lo sono. In veste di sviluppatore, sono in continuo conflitto con me stesso riguardo al modo in cui cambiare certe cose. Probabilmente è l'aspetto più difficile della realizzazione di un remake completo. Ciononostante lo stiamo facendo, e per far sì che risulti interessante e appetibile per la generazione attuale è necessario attuare delle modifiche rispetto al gioco originale. Tra queste vi è ovviamente la grafica, ma non vanno ignorati gli altri aspetti del gioco. Credo anzi che il gameplay abbia la priorità e che solo dopo venga la grafica. 


Da Nomura nuovi chiarimenti sul remake di Final Fantasy VII
scritto da: Zell | in data: 23-06-2015 | 17:55

Da Famitsu giunge, insieme ad una nuova intervista a Tetsuya Nomura, la conferma che il remake di Final Fantasy VII non conterrà alcun personaggio nuovo rispetto al gioco originale. "Non vogliamo interferire con ciò che rende il titolo originale così iconico" ha aggiunto. "Vi sono certi punti della trama che non vogliamo assolutamente toccare, così come elementi ai quali i fan tengono particolarmente". 

Ciononostante, dal momento che il FFVII originale è un gioco speciale sotto diversi aspetti, Nomura ritiene che un semplice restyling grafico sarebbe riduttivo e che i fan dovrebbero essere entusiasti anche per modifiche di altro genere: "Dal momento che si tratta di un remake completo - ha spiegato - voglio dimostrare cos'è possibile fare ora e quale divertimento è possibile offrire". E ha aggiunto: "Il mio obiettivo è far sì che il remake sia godibile dall'attuale generazione di giocatori che entrerà in contatto per la prima volta con FFVII. Voglio far sì che sia pertinente all'era moderna, ma anche che contenga un elemento di sorpresa". E ancora: "Non voglio modificare il gioco originale al punto che diventi irriconoscibile, ma assicurarmi che risulti qualcosa di fresco e nuovo pur mantenendo lo spirito di FFVII".
Scopriamo in particolare che Nomura ha pensato ad un sistema di gioco diverso rispetto all'originale, ossia "più immersivo". Al momento, tuttavia, il director non è in grado di offrire maggiori dettagli in merito. 

Per quanto riguarda il teaser trailer mostrato all'E3, esso contiene scene che verranno effettivamente utilizzate nel gioco. Nomura prevede tuttavia di innalzarne ulteriormente la qualità sotto l'aspetto visivo. A proposito di grafica, il director ha voluto precisare che nel remake non verranno utilizzati i modelli di Advent Children. Il character design è già stato completato dallo stesso Nomura e da Roberto Ferrari, artista che precedentemente ha lavorato su Final Fantasy XV.
Per finire, sappiamo tutti che il remake di Final Fantasy VII è destinato alla console di casa Sony, ma esiste la possibilità che approdi su altre piattaforme? "In un primo momento potrete giocarci su PlayStation 4, questo è certo" ha detto Nomura. "Non vi sono altri piani al di fuori di questo, perciò non c'è nulla di deciso. Dal momento che stiamo facendo uscire un titolo per PS4 dopo l'altro, sarebbe grandioso se potessimo fornire una spinta all'hardware e all'industria". Il director ha dichiarato infine che il titolo ufficiale del remake sarà svelato la prossima volta che gli sviluppatori avranno notizie sul gioco, ossia presumibilmente nel corso di questo inverno. 


Nomura gradirebbe dedicarsi anche ai remake di Final Fantasy V e VI
scritto da: Zell | in data: 18-06-2015 | 17:51

L'annuncio del remake di Final Fantasy VII ha monopolizzato le testate videoludiche di tutto il mondo, e promette di continuare a far parlare di sé ancora per molto tempo. La richiesta di un remake del videogioco di maggior successo di Square Enix è finalmente stata soddisfatta, ma iniziano già ad essere alimentate le speranze di vedere riproposte in futuro le versioni aggiornate di altri celebri episodi della serie Final Fantasy. Ed è nientemeno che Tetsuya Nomura a mettere la pulce nell'orecchio ai fan. 

Recentemente il sito web VentureBeat ha potuto intervistare brevemente Nomura, director del remake di Final Fantasy VII, e chiedergli se sia interessato a lavorare anche sui remake di altri Final Fantasy dell'epoca PlayStation, in particolare Final Fantasy VIII e Final Fantasy IX. La risposta di Nomura è stata piuttosto sorprendente: "Abbiamo remake dei Final Fantasy fino al IV - ha detto - e poi avremo quello del VII. Lavoro con Mr. Kitase fin da Final Fantasy V, e ci siamo resi conto che mancano FFV e FFVI. Questa cosa mi infastidisce. Com'è possibile che abbiamo saltato proprio questi due episodi?".

Benché Final Fantasy VII sia il capitolo della serie di maggior successo commerciale, Final Fantasy VI, grazie ad una trama coinvolgente e ad una nutrita schiera di personaggi memorabili, resta uno dei più amati del celebre franchise. 


Nomura: KHIII e FFVII Remake sono sviluppati da due team separati
scritto da: Zell | in data: 18-06-2015 | 16:36

Il portale francese Gameblog ha avuto l'occasione di intervistare Tetsuya Nomura, che come sappiamo sta lavorando sia su Kingdom Hearts III sia sul remake di Final Fantasy VII in qualità di director. Nomura ha assicurato che i due videogiochi sono sviluppati da due team separati, e che dunque i tempi di sviluppo dell'uno non dovrebbero influenzare quelli dell'altro. Ha affermato inoltre che KHIII è in una fase di sviluppo relativamente avanzata, mentre il remake di FFVII si trova ai primi stadi di lavorazione. 

Da altre interviste al director è emerso invece che Nomura ha recentemente incontrato i rappresentanti di Disney Interactive per discutere di quale mondo rivelare dopo quello di Tangled, mostrato brevemente nel trailer dell'E3. L'annuncio del secondo mondo presente in Kingdom Hearts III potrebbe quindi giungere in tempi brevi

Per quanto riguarda le meccaniche di gioco, in un'intervista pubblicata da Destructoid scopriamo che il team di sviluppo di KHIII sta prendendo in considerazione l'idea di riproporre le Fusioni, e che in passato Nomura si è divertito molto a disegnare outfit che rispecchiassero diverse abilità. 
Dengeki Online ha inoltre chiesto a Nomura di parlare di un paio di scene di battaglia particolarmente strabilianti presenti nel trailer, ovvero quelle in cui appaiono attrazioni da parco a tema quali montagne russe e tazze roteanti: "La chiamiamo 'Attraction Flow' - ha detto - ed è una delle punte di diamante di KHIII. Si può fare in modo che scene simili accadano spontaneamente predisponendo particolari condizioni, e sono molto belle da guardare. L'interfaccia utente visualizzata nel trailer è in realtà provvisoria, ma nella sostanza cambierà quando viene utilizzato l'Attraction Flow".
"Inoltre - ha aggiunto - abbiamo incorporato una sorta di 'free run' che fa sì che le azioni di Sora cambino automaticamente per reagire a strapiombi, piattaforme e pendii; tutto ciò nella direzione di un action molto più dinamico rispetto al passato".  

Per finire, nel corso di una tavola rotonda all'E3 di Los Angeles, è stato chiesto a Nomura se Kingdom Hearts III possa includere mondi e personaggi provenienti dall'universo di Star Wars, franchise recentemente acquistato dalla Walt Disney. Questa è stata la sua risposta: "Ovviamente Disney Interactive e Square Enix sono i publisher . Uniscono le forze nella realizzazione di Kingdom Hearts. Consultiamo Disney Interactive, ma per noi non è altrettanto facile consultare altre società controllate da Disney. Di conseguenza, purtroppo, la lineup è considerata come diversa".
Benché Square Enix collabori con Disney Interactive - spiega il portale GamesBeat - il publisher potrebbe non avere i diritti per permettere a chiunque di realizzare un gioco utilizzando personaggi dell'universo Star Wars. Bisogna infatti tener conto del fatto che la Disney ha accordi con Electronic Arts secondo i quali solo quest'ultimo publisher ha il diritto di pubblicare giochi legati a Star Wars (tra questi, Battlefront). Inoltre, è probabile che qualsiasi decisione in merito debba passare prima attraverso la Lucasfilm, casa di produzione cinematografica ora posseduta al 100% da The Walt Disney Company.


Nomura: nel remake di FFVII possibili modifiche a livello di trama
scritto da: Zell | in data: 17-06-2015 | 11:51

Tetsuya Nomura, character designer del gioco originale, si è detto entusiasta di lavorare al remake di Final Fantasy VII. In un'intervista ad Eurogamer, ha rivelato che l'idea di realizzare il remake di FFVII è stata discussa più volte all'interno dell'azienda. "A volte abbiamo pensato di poterlo fare, altre volte il contrario. Ma se penso ad alcuni membri dello staff originale, come Kitase e Nojima, mi viene da dire che stiamo tutti invecchiando! Tenendo conto di questo, abbiamo pensato all'eventualità che venisse affidato ad una generazione più giovane, e che gli sviluppatori originali potessero non prendere parte al progetto. Può non sembrare un grande proposito, ma volevamo che si facesse con i membri originali ". 

Perché l'annuncio è arrivato solo ora, soprattutto a così poca distanza dalla notizia di un imminente porting di FFVII per PS4 (che lo scorso dicembre deluse una buona fetta dei fan del gioco)? "Quando annunciammo il porting HD del gioco dal PC alla PS4, non eravamo ancora sicuro di voler annunciare il remake", ha confessato Nomura. "La produzione era già in corso, perciò non vi è alcuna connessione tra le tempistiche dell'arrivo dei due FFVII su PS4. Abbiamo annunciato diversi titoli per PS4, come World of Final Fantasy e Kingdom Hearts III". 

Ma vi è un'altra ragione per cui il remake è stato annunciato proprio ora, ed è legata alle vendite non particolarmente entusiasmanti della console Sony in madrepatria: "I titoli in arrivo su PS4 sono sempre più numerosi - ha spiegato Nomura - e speriamo che l'annuncio del remake di FFVII spinga i giocatori ad acquistare le console di questa generazione. Se avessimo annunciato il remake dopo la vendita di tutti quei titoli, non avremmo creato lo stesso impatto. Volevamo assicurare ai giocatori che la PS4 godrà di tanti titoli importanti, compreso Final Fantasy VII. Ecco perché abbiamo deciso di annunciare il remake". Detto così, sembra quasi che Sony abbia fatto pressioni su Square Enix affinché prendesse seriamente in considerazione di cimentarsi nel progetto remake...

Eurogamer ha chiesto infine a Nomura in quale modo gli sviluppatori riusciranno a far sposare una grafica leggermente più dark con alcuni degli elementi più folli del gioco originale. Non vedete l'ora di vedere Cloud vestito da donna in alta definizione? Nomura spera proprio di sì.

In un'altra breve intervista, stavolta pubblicata da GameSpot, sempre Nomura, parlando del remake e del porting HD di FFVII, ha accennato ad una probabile differenza tra i contenuti dei due giochi: "Sulla stessa console ci troveremmo ad avere un porting di FFVII e un altro FFVII molto molto ben fatto. Ma avrebbe senso avere due volte lo stesso identico gioco?". E ha aggiunto: "Se abbiamo intenzione di realizzare un remake completo, dobbiamo adottare un approccio diverso per offrire qualcosa che sia al passo coi tempi". Il director ritiene inoltre che il fatto che Nojima sia lo sceneggiatore del gioco debba prepararci ad assistere a qualche modifica a livello di storia
"Per ora siamo a corto di dettagli, ma stiamo facendo progressi in modo da non deludere le aspettative", ha aggiunto Nomura, precisando infine che gli sviluppatori stanno pensando a quali informazioni svelare nel corso del prossimo inverno

[ UPDATE ] Poche ora fa Square Enix ha annunciato l'uscita di un porting di Final Fantasy VII anche su iOS. Mentre questo è previsto per l'estate 2015, il porting per PS4 arriverà il prossimo inverno. Coloro che hanno storto il naso alla notizia del remake avranno quindi ampie possibilità di rigiocare al titolo originale su console di ultima generazione (PS4, PS Vita) e dispositivi mobili (iPhone, iPad).


    << Indietro Avanti >>    
Powered by CuteNews
Zell's Fantasy ~ Tutto sulla serie Final Fantasy e i titoli Square Enix